Home Notte Bianca Eventi Consulenze Blog

Con due recentissime decisioni, a distanza di pochi giorni, l’Arbitro per le controversie finanziarie istituito presso la Consob -ACF-, torna nuovamente sulla indiscriminata vendita di azioni illiquide ai danni dei risparmiatori, pronunciando altre due severe decisioni di condanna della Banca Popolare di Bari.

In entrambi i casi ad essere state vittime di questi prodotti non trasparenti sono due consumatori lucani.

Con la prima delle due decisioni, l’Arbitro Consob ha censurato il comportamento della Banca scrivendo che “dall’evidenzia in atti non emerge alcun idoneo elemento che dia sostegno al profilo di rischio assegnato al cliente e alle asserite non rilevabili competenze specifiche in ambito finanziario attribuite allo stesso.”

Si tratta, come molto spesso denunciato da Konsumer Italia, di manipolazioni delle dichiarazioni rese dai risparmiatori e finalizzate esclusivamente a vendere azioni emesse dalla stessa Banca. In entrambi i casi sono state rilevate plurime violazioni, fortemente censurate dall’Arbitro Consob.

In particolare, l’Arbitro Consob ha contestato alla Banca Popolare di Bari di non aver dimostrato di aver fornito comunicazione circa la illiquidità del titolo e di aver venduto titolo rischiosi nonostante le profilature dei clienti escludessero questa possibilità.

“Siamo soddisfatti per queste ulteriori vittorie” – ha dichiarato l’Avv. Massimo Melpignano, Responsabile nazionale banca e finanza, che ha assistito anche in questi due procedimenti i risparmiatori della Banca Popolare di Bari –. “Sappiamo già che anche in questo caso la Banca Popolare la farà franca, omettendo di rispettare la sanzione Consob e con un comportamento di disprezzo delle regole, costringendoli a dover promuovere una causa. Purtroppo” – prosegue Melpignano – “centinaia di risparmiatori stanno vivendo questa situazione per il comportamento della Banca Popolare di Bari, che peraltro, invitata a rispondere sulle mancate ragioni del pagamento, tace”.

“È il momento di porre seriamente davanti all’Autorità competente il problema di rendere efficaci le decisioni dell’Arbitro Consob ha dichiarato Fabrizio Premuti, Presidente Nazionale dell’Associazione –. Konsumer da diversi anni portiamo avanti questa battaglia, nonostante molti silenzi e le ritrosie su questo tema” prosegue Premuti.

L’Associazione Konsumer mette a disposizione la propria rete capillare di sportelli in tutto il territorio nazionale per fornire chiarimenti e assistenza alle vittime dei risparmi delle Banche Popolari. Le decisioni favorevoli vengono pubblicate sul sito dell’Associazione e sono a disposizione di tutti per essere utilizzate nei giudizi contro la Banca Popolare di Bari.

Leggi il testo della prima decisione

Leggi il testo della seconda decisione

Contatti:
080.5021132 – 370.3433036
info@studiomelpignano.it



Iscriviti alla Newsletter

CategoryBlog, news
Lascia un commento:

*

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.

-=-