Con 3 decisioni tutte depositate il 13 dicembre 2021, l’Arbitro per le Controversie Finanziarie istituito presso la Consob ha condannato la Banca Popolare di Bari a risarcire 3 risparmiatori per aver venduto azioni emesse dalla stessa banca senza rispettare gli obblighi informativi.

A fondamento della decisione è stato posto “l’inadempimento da parte dell’intermediario degli obblighi di informazione precontrattuale sulle caratteristiche e sul grado di rischio degli strumenti finanziari (…) in relazione al mancato assolvimento degli obblighi di informazione rafforzata previsti per i prodotti illiquidi”.

Con queste ennesime decisioni l’Arbitro Consob ribadisce il comportamento non corretto tenuto dalla banca nel collocamento delle azioni. “In sostanza, – ha dichiarato l’Avv. Massimo Melpignano responsabile Nazionale Banca e Finanza, che ha assistito nei procedimenti i risparmiatori – l’Arbitro Consob ha condannato il comportamento della banca che si è resa colpevole di non aver informato correttamente i risparmiatori, in particolare non avvisandoli della natura illiquida delle azioni a loro vendute, condizionando l’investimento che altrimenti sarebbe stato indirizzato su altri titoli“.
È indispensabile una riforma del sistema – prosegue Melpignano – che obblighi le banche soccombenti, in questo caso la Banca Popolare di Bari a rimborsare immediatamente i risparmiatori senza costringerli, dopo aver già riportato una vittoria davanti all’Arbitro Consob, ad attivare il procedimento davanti al Tribunale perché la banca non paga“.

È questo l’impegno dell’Associazione – dichiara Fabrizio Premuti, Presidente Nazionale di Konsumer Italia – . Chiederemo immediatamente un incontro con tutte le Autorità responsabili affinché i consumatori vedano riconosciuto il valore delle decisioni dell’Arbitro Consob senza essere costretti ad attendere altro tempo e a spendere altri soldi in un giudizio civile“.

Nel frattempo le dimissioni dell’amministratore delegato Bergomi generano ansia tra gli oltre 17.000 obbligazionisti in attesa di ricevere a fine anno il rimborso delle obbligazioni emesse dalla banca per complessivi 228 milioni di euro.

I testi delle decisioni sono pubblicati sul sito dell’Associazione a disposizione di tutti affinché possano essere utilizzati come precedenti in altri giudizi.

Leggi il testo della decisione n. 1

Leggi il testo della decisione n. 2

Leggi il testo della decisione n. 3

Contatti:
080.5021132 – 370.3433036
info@studiomelpignano.it



Iscriviti alla Newsletter

CategoryBlog, news
Lascia un commento:

*

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.

-=-