fbpx

La Corte di Cassazione, con la recentissima ordinanza di fine ottobre n. 27442/2018, ha consacrato la piena assoggettabilità dell’interesse moratorio alla disciplina dettata in materia di usura.

Meno di un mese dopo, il Tribunale di Rovereto, ponendosi in netto contrasto con l’orientamento degli Ermellini, sancisce l’irrilevanza degli interessi moratori ai fini del computo del tasso usurario, argomentando con dovizia di particolari tale tesi.

La pronuncia del Tribunale roveretano in tema di correttezza del computo è materia sensibile, che ritorna fatalmente in tanti contratti di mutuo e di finanziamento ai limiti dell’usura.

A fronte di un dibattito così aperto, finanche il ruolo nomofilattico della Cassazione sembra indebolirsi.

Per approfondire:

Cass., Sez. III Civile, ord. 30 ottobre 2018, n. 27442

Trib. Rovereto, 16 novembre 2018, n. 273



Iscriviti alla Newsletter

Categorynews