Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Facebook Pixel [noscript]” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Terlizzi banca popolare

Venerdì 25 ottobre alle ore 18.00, si svolgerà presso la Pinacoteca “Michele de Napoli” nella città di Terlizzi, il convegno dedicato alla tutela del risparmio dal titolo “Come proteggere i nostri soldi. Gli strumenti del risparmiatore”.

L’incontro intende sviluppare consapevolezza della propria situazione economica, proponendo una panoramica sulla tutela dei risparmiatori che hanno acquistato titoli divenuti illiquidi, e offrire gli strumenti per comprendere e gestire al meglio le proprie scelte finanziarie.

Sono innumerevoli le vicende di risparmio tradito (perchè affidato alle Istituzioni accreditate) e ancor di più sono i risparmiatori ignari di aver subito gravi danni dall’attività finanziaria.

“Sembra che degli azionisti delle Banche Popolari non se ne occupi più nessuno. Il tema è semplicemente uscito fuori dai radar dell’attenzione degli organi di stampa e anche della politica. Eppure ci sono migliaia di persone che hanno creduto nel progetto della banca del territorio, che hanno messo a disposizione i loro risparmi a favore della banca perché contribuisse alla crescita del territorio. 

Oggi invece, si ritrovano ad aver perso quasi per intero i propri risparmi e a non riuscire a vendere le azioni, cercando magari di ricavare quel poco che rimane. E’ una vera e propria tragedia nazionale su cui non deve calare il silenzio. Noi siamo qui anzitutto per questo” – spiega l’Avv. Massimo Melpignano, specializzato in diritto bancario e finanziario, Responsabile Nazionale Banca e Finanza di Konsumer Italia e promotore del Comitato Nazionale di Difesa degli Azionisti delle Banche Popolari e delle Banche di Credito Cooperativo.

Ad intervenire sulle tematiche insieme all’avv. Melpignano sarà il Dott. Vincenzo Cagnetta, Analista e Consulente finanziario indipendente, collaboratore de “Il Sole 24 Ore” su temi economico/finanziari d’attualità e membro dell’associazione di Private Equity dell’Università di Oxford: “L’obiettivo di questo evento è quello di fornire ai risparmiatori e non solo, gli strumenti per comprendere con maggiore consapevolezza perché alcune scelte finanziarie si sono rivelate più pericolose rispetto ad altre.

Verranno, quindi, trattate tutte le criticità che hanno riguardato le azioni emesse dagli istituti di credito non quotati: dalla determinazione del fair value (prezzo equo), fino alla verifica delle regole di diversificazione e di gestione del rischio.” – dichiara il dott. Cagnetta.

Porgeranno i propri saluti il Sindaco del Comune di Terlizzi Nicola Gemmato, Michele Caldarola, Presidente II^ Commissione Consiliare Permanente e Mario Ruggiero, Presidente del Consiglio Comunale.

Al termine degli interventi sarà data occasione alla cittadinanza di porre domande, intervenire e dibattere sulle tematiche affrontate.

L’ingresso è gratuito ed è aperto a tutta la cittadinanza.

Per informazioni:

080/5021132 – 370.3433036   email: comunicazionemelpignano@gmail.com

Segui Studio legale Melpignano su Facebook, Linkedin, Twitter



Iscriviti alla Newsletter

CategoryBlog, Eventi
Lascia un commento:

*

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.

Il sito utilizza strumenti interni e di parti terze, anche profilanti (Google, Facebook); fa uso anche di cookies tecnici per il gestionale interno e le statistiche anonime. Non accettando i cookies potrai continuare ad usare il sito ma potrà apparire leggermente diverso.

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.