Con recentissima sentenza del 1 agosto 2022 il Tribunale di Bari, quarta sezione civile, Giudice dott.ssa Raffaella Simone, ha condannato la banca Popolare di Bari a risarcire una consumatrice pensionata per la somma di circa 200.000,00 (euro 196.301,07 oltre interessi).

La severa condanna del Tribunale si fonda sulla ripetuta violazione delle regole di settore, evidenziata in corso di causa da una consulenza tecnica (perito dott. A. D’Innella) che ha posto in evidenza “un duplice profilo di inadeguatezza, per incompatibilità con gli obiettivi di investimento della cliente e per eccessiva concentrazione”.

Nel caso esaminato dal Tribunale, infatti, l’investimento dei risparmi della consumatrice era stato concentrato esclusivamente in azioni della banca, e quindi, come scrive il Tribunale, “in un unico titolo di elevata rischiosità”. Inoltre, come evidenziato dal Giudice barese, i due profili di rischio sottoscritti dalla consumatrice in anni diversi non sono compatibili con gli obiettivi di investimento poiché l’investimento in titoli illiquidi comporta in astratto “rischi anche di azzeramento totale dell’investimento”, rischio che invece la risparmiatrice non era disposta ad affrontare.

La soddisfazione è enorme – ha dichiarato l’Avv. Massimo Melpignano, responsabile nazionale banca e finanza della associazione, che ha assistito la cittadina in questa causa – “Il Tribunale ha accolto le contestazioni che abbiamo sollevato e ha reso giustizia alla consumatrice, che ha così potuto ottenere la restituzione dei propri risparmi. Ma come sempre” – conclude Melpignano – “va ringraziata la consumatrice che ha combattuto per conseguire questo risultando, ottenendo un riconoscimento per sé e offrendo una speranza ai tanti risparmiatori ancora sofferenti per la perdita dei risparmi”.

Viene premiata la linea che la nostra associazione ha da subito sposato nelle tantissime vicende che ci vedono impegnati in tutta Italia nella difesa dei diritti delle vittime dei titoli illiquidi delle banche popolari – ha dichiarato Fabrizio Premuti Presidente Nazionale dell’Associazione–. “Come associazione” – prosegue Premuti – “siamo sempre pronti al dialogo, ma nella fermezza delle nostre ragioni e di quelle dei nostri associati e senza scendere a compromessi”.

L’Associazione Konsumer mette a disposizione la propria rete capillare di sportelli sparsi in tutto il territorio nazionale per fornire chiarimenti e assistenza alle vittime dei risparmi delle Banche Popolari.

Le decisioni favorevoli vengono pubblicate sul sito dell’Associazione e sono a disposizione di tutti per essere utilizzate come materiale di studio o precedente giuridico.

Leggi il testo della decisione

Contatti:
080.5021132 – 370.3433036
info@studiomelpignano.it



Iscriviti alla Newsletter

CategoryBlog, news
Lascia un commento:

*

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.

-=-