i vertici della Popolare di Bari indagati per truffa

Truffa è l’ipotesi di reato notificata dalla Procura della Repubblica di Bari con l’avviso di conclusione delle indagini al Presidente del Consiglio di Amministrazione e all’allora Direttore Generale (oggi Amministratore Delegatodella Banca Popolare di Bari.

Il caso riportato in queste ore dalla cronaca è quello di un’anziana signora spinta da funzionari della banca – con “artifizi e raggiri” nonché approfittando della sua situazione di vulnerabilità – ad acquistare prodotti finanziari altamente rischiosi emessi dallo stesso istituto (all’epoca dei fatti non quotato su mercati regolamentati), prodotti oggi divenuti illiquidi.

Nessuno era stato informato dei rischi connessi a quei titoli: tutti si fidavano della propria banca, la più grande del sud Italia; tutti si fidavano degli impiegati all’interno della filiale, amici più che semplici funzionari.

Tutti gli azionisti della Popolare di Bari, oggi, si rivedono nelle righe di questa notizia di cronaca: rivedono la propria storia; ripensano ai raggiri subiti; si pentono della fiducia riposta; combattono giornalmente con la mancanza di liquidità, con l’assillo di aver perso i risparmi di una vita e di non poter far fronte ai bisogni della propria azienda o della propria famiglia; si infuriano per l’arroganza che, nonostante tutto, continuano a mostrare quegli “amici” il cui unico obiettivo era “fare budget” in spregio a qualsiasi dovere di correttezza, diligenza e trasparenza.

Siamo orgogliosi della magistratura barese, che sta sostenendo nel rispetto rigoroso della legge la nostra battaglia e quella di tanti azionisti che oggi, finalmente, hanno visto riaffiorare un barlume di speranza.

Per approfondire:

Lo scandalo Popolare di Bari e la battaglia per i diritti dei risparmiatori

Le sanzioni continuano, anzi aumentano: Popolare di Bari nuovamente nel mirino della Consob

Misure straordinarie per chi? Banca Popolare di Bari aggiunge confusione al caos

Crisi bancarie del 2015: anche le società di revisione sono state smascherate

Nessun dorma: i risparmi del popolo affogano, e a nessuno interessa

Soluzioni concrete dalle banche del territorio: solo così potranno recuperare la fiducia dei soci

© 2018 Tutti i Diritti Riservati a Melpignano & PartnersPrivacy Policy

logo-footer